VIETNAM – La festa del TET (parte 2)

VIETNAM – La festa del TET (parte 2)

Vietnam

Come segnalato nella puntata precedente, per i vietnamiti il Tet è l’evento più importante dell’anno. Vengono ricordate le proprie origini, si riabbracciano i familiari e si prega insieme per gli antenati.

Ogni vietnamita, dovunque sia finito per ragioni di lavoro, farà di tutto per tornare nel suo luogo di nascita per visitare le tombe degli antenati e passare questa festa insieme alla sua famiglia. La festa è ovviamente poi allargata ad ogni villaggio, questo comporta che le grandi città si svuotino in questo periodo e siano particolarmente tranquille.

L’usanza dei mortaretti (che scoppiettavano ininterrottamente nei giorni precedenti il Tet) è stata proibita dal governo data la sua pericolosità. Rimane invece invariata la tradizione della danza del leone, effettuata per le strade da danzatori e acrobati, accompagnati da una grande costume raffigurante un mitico mostro dalla testa leonina.

Ovviamente tutto il periodo festivo è accompagnato dalla preparazione di tipici piatti della tradizione famigliare, in particolare delle torte di riso glutinoso, uova e carne, che richiedono molto tempo (circa 12 ore) e il contributo di vari membri della famiglia che si devono alternare di fronte al fuoco.

La giornata di capodanno è caratterizzata da grande abbuffate e allo scoccare della mezzanotte si festeggia e si cerca di fare più rumore possibile per far scappare definitivamente gli spiriti cattivi. Subito dopo si passa alla preghiera.

Una volta iniziato il nuovo anno, è importantissimo anche che la prima persona a visitare la casa sia quella giusta: possibilmente maschio, con un buon carattere, ricco, con una famiglia felice e con molti figli. Questa prima visita sarà determinante per le fortune dell’anno intero. Quindi è sempre meglio aspettare l’invito anziché presentarsi a sorpresa a casa di qualcuno, per evitare di essere ospite sgradito e venire allontanato con gentilezza dal padrone di casa.

Buon Capodanno vietnamita a tutti !!

 

VIETNAM – La festa del TET (parte 1)

VIETNAM – La festa del TET (parte 1)

Vietnam

In Vietnam il capodanno lunisolare, detto Tet, è la festa più importante dell’anno: è una sorta di Natale, Capodanno e Pasqua messi insieme in un’unica celebrazione (è anche il compleanno di tutti !! ).

La data del Tet è sempre compresa tra il 19 gennaio e il 20 febbraio e l’atmosfera inizia a diventare frenetica. Ci sono da comprare piante, fiori e le varie decorazioni per la casa. Ma anche nuovi vestiti, soprattutto per i bambini, e se possibile gioielli. Si deve fare scorta dei generi alimentari e delle altre cose strettamente necessarie in quanto per molti giorni ogni attività commerciale rimarrà rigorosamente chiusa.

Bisogna ovviamente pensare anche ai regali. Il Tet, come da noi il Natale è l’occasione per i ricongiungimenti familiari e per rafforzare i legami sociali, anche attraverso appunto lo scambio dei doni.

Per prima cosa devono essere comprate delle banconote nuove di zecca (è possibile nei mercati e dai venditori ambulanti, a un prezzo maggiore del loro valore reale) da inserire nelle buste rosse da regalare a vecchi e bambini. Per tradizione, il valore delle banconote contenuto nelle buste deve essere sempre pari, in quanto i numeri dispari sono associati con il denaro che si dona in caso di funerali. Vanno quindi regalate banconote da almeno 2 dollari.

E’ anche molto comune regalare rametti di pesco, galli, riso, vino di riso in una zucca o in anfore tradizionali, cani e cose rosse come ad esempio le angurie.

Nei giorni che precedono il Tet tutte le case vengono ripulite. Porte e finestre sono tenute spalancate per giorni per far uscire tutto il “vecchio” e il “cattivo” e far entrare il “nuovo”.

Davanti all’altare degli Antenati (presente in ogni casa vietnamita e che viene completamente addobbato) viene posto un alberello di mandarini con la funzione di tenere lontani gli spiriti cattivi.

Ancora il Tet non è arrivato, ma i preparativi sono molti e proseguono, ne vedremo altri insieme nella prossima puntata…

Street-food Vietnam – il PHO

Street-food Vietnam – il PHO

Vietnam

Il Pho è considerato uno degli street-food più popolari in tutte le grandi città vietnamite e rientra tra i migliori venti piatti al mondo secondo la Ultimate Eatlist della Lonely Planet.

A qualunque ora del giorno e della notte, un piatto fumante di pho non è mai difficile da trovare.

Si tratta di una zuppa di spaghetti in un brodo di carne e ad oggi non c’è un piatto che possa rappresentare meglio l’essenza della cucina del Vietnam. E’ di solito accompagnato da erbe aromatiche, lime e spezie e nonostante l’apparente semplicità, il pho è un insieme armonioso di sapori e consistenze.

La preparazione è però più difficile di quanto possa sembrare: il mix di spezie utilizzate (anice, cannella, cardamomo, chiodi di garofano) deve essere sapientemente bilanciato, poi ci sono i noodles che costituiscono la parte principale del piatto e una piccola quantità di carne tagliata in fettine sottilissime che viene preparata a parte e aggiunta al brodo solo all’ultimo momento.

Basilico, menta, cipolla e coriandolo costituiscono poi il tocco finale e la guarnizione del piatto.

Costo medio di tutto ciò circa 1 euro.

Come in tutte le importanti questioni nazionali, non posso mancare rivendicazioni sull’origine del Pho e sulle varianti tra nord e sud del Vietnam.

La tradizione narra comunque che sia originario delle zone settentrionali del Paese e che poi si sia diffuso nel resto del Vietnam.

Il Pho del nord (definito Pho Bac) ha un gusto leggermente più salato e forte, quello del sud (detto Pho Nam) è preparato con noodles più sottili e le verdure sono servite a parte.

Quando vi troverete davanti a una fumante ciotola di pho (sia che siate a nord o a sud) spremete il lime e versate il succo (senza semi) nel brodo, aggiungete a piacimento peperoncino spezzato e salse piccanti. Suggeriamo di gustarlo quando è ben caldo.

Quindi bacchette in una mano e cucchiaio nell’altra e … buon appetito!

VIETNAM – Il Golden Bridge

VIETNAM – Il Golden Bridge

Vietnam

Il Golden Bridge è uno spettacolare ponte pedonale sospeso situato sulle colline di Ba Na, vicino a Danang, in Vietnam. In vietnamita si chiama “Cầu Vàng”, tradotto letteralmente “Ponte d’oro”.

La principale caratteristica è data dalla presenza di due mani gigantesche con il palmo aperto e rivolto verso l’alto che sembrano sorreggere la larga passerella. Un’effetto scenico unico abbinato alla vista mozzafiato che si gode sul paesaggio circostante.

Le mani sono alte circa 24 metri per 13 di larghezza, quindi veramente imponenti e forti, anche se finite in modo che sembrino già vecchie e usurate, per creare contrasto tra modernità e tradizione, il sospeso e il legame alla terraferma.

Si trova a circa 1.400 metri di altitudine, nella catena montuosa Annamita, ed è raggiungibile tramite un’altra opera eccezionale: la Ba Na Cable Car Service, la funivia più lunga a cavo unico del mondo (entrata nei Guinness World Records), quindi un’abbinata assolutamente imperdibile. E’ lunga 5.801 metri e questa distanza viene percorsa in soli 17 minuti.

Un’esperienza che permette di abbinare due delle attrazioni principali del Vietnam centrale a dei panorami indimenticabili.

7 motivi per visitare il Vietnam, uno degli ultimi paesi comunisti sul pianeta

7 motivi per visitare il Vietnam, uno degli ultimi paesi comunisti sul pianeta

Vietnam

Lo sapevate che il Vietnam ha esteso l’esenzione del visto per altri tre anni, rendendo il viaggio nella nazione del Sud-Est Asiatico molto più semplice per i viaggiatori di Regno Unito, Francia, Germania, Spagna e Italia.

Ai vacanzieri di questi quattro paesi sarà consentito l’ingresso per un massimo di 15 giorni senza dover acquisire documentazione, mentre necessario un visto elettronico per viaggi fino a 30 giorni.

Qui, i  7 motivi per cui dovresti approfittare di un viaggio senza disbrigo di lunghe pratiche burocratiche  in uno degli ultimi paesi comunisti del mondo.

  1. Il fermento di Hanoi

Ciò che rende la capitale così interessante è che sembra molto vecchio stile, ancorata al passato con la sua storia coloniale francese, trincerata nei suoi caffè, nei marciapiedi, nella sua architettura e sei suoi ampi viali alberati. Fai un giro a bordo di uno deimigliaia tuk-tuk che sciamano per le strade della città per avere un’idea della frenesia quotidiana che popola la città.

  1. Visita Ho Chi Minh

Non la città, ma l’uomo. Il rivoluzionario comunista e il primo presidente della Repubblica Democratica del Vietnam giacciono imbalsamati nel mausoleo di Hanoi, eretto in onore della morte del rivoluzionario nel 1969. Il corpo giace in una teca di vetro raffreddata, in una delle sale centrali,  attraverso la quale i visitatori passano silenziosamente per rendere omaggio.

  1. Preparati e acquista

Dirigiti al porto commerciale di Hoi An – considerato non solo la capitale sartoriale del Vietnam, ma di tutto il sud-est asiatico – e fatti confezionare un abito su misura al costo minimo di € 75. Parti con la valigia vuota in andata, in modo da poter portare a casa un nuovo e completo guardaroba.

  1. Navigare il Mekong

Il famoso fiume si snoda attraverso il sud-est asiatico, ma sfocia nel Mar Cinese Meridionale nel Delta del Mekong, a sud di Ho Chi Minh City. Questo è il Vietnam nella sua forma più pastorale. Qui, oltre 1.000 specie di animali vivono fianco a fianco in quello che viene descritto come un “tesoro biologico”. Se stai cercando un po ‘più di interazione umana, prendi una barca per esplorare i mercati galleggianti.

  1. Ammira dall’alto Ho Chi Minh City

Ho Chi Minh City offre un netto contrasto con il nord di Hanoi. L’audace città del sud è tutta moderna caratterizzata da grattacieli e nuovi progetti in costruzione. Trova un bar a roof top di uno dei tanti hotel per ammirare la città dall’alto mentre il sole tramonta

  1. Trova pace e serenità in una grotta

Il Vietnam ospita alcuni dei più straordinari tesori sotterranei del mondo, con la più famosa grotta del paese, il gigantesco Hang Son Doong. Così grande che ha un proprio sistema meteorologico, le grotte potrebbero ospitare un grattacielo di 40 piani o lasciare passare un Boeing 747. Solo 1.000 visitatori sono ammessi nelle grotte ogni anno. Altre grotte includono il sistema di cave Tu Lan, utilizzate nelle riprese di King Kong: Skull Island (2017) e Hang Va.

  1. Tet holiday o Capodanno lunare vietnamita

E’ il festival più significativo in Vietnam. Come le festività pubbliche più lunghe del Vietnam, Tet è un momento meraviglioso per tutti i turisti che possono godersi l’atmosfera festiva, esplorando una delle festività più antiche del mondo. Tet holiday 2020 si tiene dal 25 al 27 gennaio 2020 (Capodanno è il giorno precedente).

Tet Holiday è celebrata per dare il benvenuto al nuovo anno. È considerato un segno importante per cambiamenti, piani e progressi. Inoltre, i vietnamiti credono che ciò che fanno il primo giorno dell’anno influenzerà tutto l’anno. Pertanto, prestano grande attenzione a ogni parola che dicono e a tutto ciò che fanno. Inoltre, Tet rappresenta l’unica occasione per tutti i membri della famiglia di trascorrere momenti felici insieme dopo un anno di duro lavoro.

FORMULA 1® ha annunciato ufficialmente il programma del Circus F1 del 2020

FORMULA 1® ha annunciato ufficialmente il programma del Circus F1 del 2020

An Hoi Gran Premio di Formula 1 Vietnam

Il GP del Vietnam avrà luogo dal 3 aprile al 5 aprile 2020 ad Hanoi, subito dopo Melbourne (Australia), circuito del Bahrain e prima del circuito di Shanghai (Cina)!

Siamo orgogliosi di segnalare che #Vietnam Travel & Cruise diventa ufficialmente rivenditore ufficiale di biglietti per il GP F1 di Hanoi – aprile 2020.

Inoltre, siamo grado di proporre pacchetti di viaggio e soggiorni alberghieri a prezzi più interessanti.

Abbiamo a disposizione fino ad esaurimento diverse camere a prezzi garantiti per darvi la possibilità non solo di assistere al Gran Premio, ma anche per scoprire le bellezze di Hanoi e di tutto Vietnam.

Approfittatene ed acquista i biglietti per vivere 3 giorni completi di adrenalina e intensi. Che solo i Gran Premi di Formula 1® sanno garantite.

Lettere di invito per il visto gratuite se in abbinamento ad un soggiorno acquistato con Vietnam Travel Cruise

Per maggiori informazioni  : sales.it@vietnamtravelandcruise.com o direttamente all’ufficio di Hanoi: info@vietnamtravelandcruise.com

 

Natale ad Hanoi, la città più suggestiva e incantevole del Vietnam, illuminata da lanterne colorate.

Natale ad Hanoi, la città più suggestiva e incantevole del Vietnam, illuminata da lanterne colorate.

Hanoi Vietnam

Il Natale, in Vietnam, è una festa importata, un po’come Halloween da noi, in quanto la maggioranza della popolazione è buddista. Nonostante questo,  Natale attira sempre più curiosità e gradimento da parte delle nuove generazioni, ammaliate e incantate dall’atmosfera piena di gioia che lo accompagna.

Il sito non ha la neve bianca e le renne, ma Babbo Natale non manca far visita alla vivace città turistica e gli abitanti festeggiano con fervore. In tutte le strade e  i negozi si possono ammirare i tradizionali abeti natalizi decorati con luci e colori, pacchi natalizi dalle più stravaganti forme, prodotti artigianali lavorati in legno, ceramica o vetro, statuette per il presepe.

In questo periodo dell’anno, è comune vedere persone vestite da  Babbo Natale e corna di renna. Il suono di allegri canti natalizi è ovunque e i residenti vietnamiti si scambiano auguri e regali. Insomma tutto rende questa tappa imperdibile ancora più bella e caratteristica nel periodo natalizio.

Il VIETNAM è anche SAPA, la città nella nebbia

Il VIETNAM è anche SAPA, la città nella nebbia

Sapa Vietnam

Sapa a nord-ovest del Vietnam, e 350 km a nord-ovest di Hanoi, vicino al confine con la Cina è famosa sia per le sue bellezze paesaggistiche sia per la sua ricca diversità culturale. I francesi ritenevano Sapa come la capitale estiva del Vietnam del Nord nei primi decenni del 20° secolo. La sua bellezza naturale continua ad attirare più e più persone a trascorrere le loro vacanze lì.

La città di Sapa  appare come una visione fantastica nella nebbia. Grazie alla altezza di 1.600 m sopra il livello del mare, la temperatura media della zona è sempre 15-18°C, fresca in estate e più fredda in inverno.

Sapa infatti vanta un clima unico in Vietnam, determinato dalle stagioni: subtropicale in estate e temperato durante l’inverno. I mesi più caldi sono luglio e agosto, mentre i più freddi sono dicembre e gennaio. Qualche volta la neve cade sulle cime più alte. Qui si possono vivere tutte le 4 stagioni in un solo giorno. Questo è, in realtà, un vantaggio unico, rendendo la città di Sapa diversa da qualsiasi altra parte della nazione.

La città è anche il punto di partenza per molti alpinisti e ricercatori che vogliono scoprire Fansipan, che con 3.143 m di altezza è la montagna più alta in Vietnam. A forma di piramide, è coperta di nubi tutto l’anno.

Sapa è famosa anche per la sua speciale diversità culturale, espressione della presenza di numerose minoranze etniche, e i visitatori hanno l’opportunità di scoprire i costumi unici dei residenti locali. I mercati locali sono elementi tipicamente culturali della città.

Vietnam Mon Amour: a bordo delle crociere Orchid e Azalea Cruise la scoperta delle baie più suggestive del Paese è ancora più affascinante e confortevole !!!

Vietnam Mon Amour: a bordo delle crociere Orchid e Azalea Cruise la scoperta delle baie più suggestive del Paese è ancora più affascinante e confortevole !!!

Halong Bay Vietnam

Ha Long Bay, Nord Vietnam,  una delle sette meraviglie naturali del mondo…

La baia  è costellata da 1.600 isole calcaree e isolotti, misteriose grotte e ricopre un’area di oltre 1.500 kmq. Questa straordinaria area, nel 1994 è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Il modo più tradizionale  per esplorare la baia è in crociera. Nella lista dei viaggi  “must have” del mese, suggeriamo due  nuove crociere a bordo di “ Orchid e Azalea Cruise”– che propongono il più alto livello di servizio, un’ atmosfera rilassante,  all’altezza di chi è alla ricerca di quel qualcosa in più nei servizi proposti da questi luoghi.

Tutte le cabine ben progettate,  sono lussuose e ben arredate, tutte con balcone privato dal quale potersi godere la bellezza della Baia di Ha Long – di Bai Tu Long  e di Lan Ha. Le  ampie finestre, si aprono su meravigliosi panorami regalati dal  mare e permettono di godere una vista privata direttamente dal balcone della propria cabina. Una sensazione davvero fantastica.

Inoltre, per chi lo desidera,  la mattina si ha la possibilità di partecipare alla lezione di Tai Chi guidati da un Maestro esperto della disciplina.  La pesca del calamaro è l’attività speciale di bordo.

Per chi invece  desidera migliorare la propria arte culinaria, navigando a bordo di queste crociere, ha la possibilità di  partecipare a lezioni di cucina.   Queste lezioni di 1/2 ore,  permettono agli ospiti la totale immersione  nell’affascinante mondo della cucina vietnamita attraverso la guida esperta e i consigli dello Chef di bordo. Importante ricordare che la cucina di bordo propone una varietà di cibi e la perfetta combinazione tra cucina asiatica ed europea. Cosa aspettate … Il Vietnam in crociera vi aspetta !!

Sapa una sosta imperdibile del Vietnam

Sapa una sosta imperdibile del Vietnam

Sapa Vietnam

La cittadina di Sapa nel nord del Vietnam al confine con la Cina  è una delle mete più visitate di questo affascinante paese. Terrazze di riso, variopinte minoranze etniche e una varietà di sentieri escursionistici sono una forte attrazione per i visitatori, che raramente rimangono delusi, è un dono prezioso che Madre Natura ha donato al Vietnam.

Sapa dista 38 km dalla città di Lao Cai e 376 km dalla città di Hanoi. A un’altezza da 1.500 a 1.800 metri sul livello del mare, Sapa è una splendida località turistica che si nasconde nelle nuvole. La temperatura media di questa zona è 15ºC-18 ° C. È fresco d’estate e freddo d’inverno. A volte, in inverno cade anche la neve. Il distretto è la patria di una grande molteplicità di etnie, tra cui cinque gruppi principali come gli  Hmong, Yao, Tay, Zay e Xa Pho.

La città di Sapa è il luogo in cui le minoranze etniche si riuniscono, commerciano e vendono ai turisti i loro prodotti agricoli come riso, mais, frutta, artigianato e souvenir.

Sapa inoltre è votata per essere il miglior luogo  per il trekking in Vietnam, sia da locali  che da stranieri. L’intero distretto è dominato dalla catena montuosa di Hoang Lien Son, che comprende anche il monte. Fan Si Pan – la vetta più alta del Vietnam e dell’intera penisola dell’Indocina con un’altezza di 3143 m. Questa montagna non è solo una dura sfida per gli appassionati di trekking, ma anche un’opportunità per assistere alla splendida vista.

La posizione geografica della zona lo rende un posto davvero unico per una ricca varietà di piante, uccelli, mammiferi, anfibi, rettili e insetti, alcuni dei quali si possono trovare solo nel nord-ovest del Vietnam.

Un’altra ragione che attrae sempre più turisti che viaggiano in questa città. Qui si puà trovare una vasta gamma di verdure subtropicali come il cavolfiore bianco, la barbabietola rossa o il chayote. Ci sono piatti d’obbligo per tutti i visitatori – come il chayote bollito, consumato con sesamo o “lon cap nach” – o i maiali domestici ma cresciuto nei campi o nella foresta.

Il clima fresco della regione rende la carne e il pesce alla griglia accompagnato da funghi e verdure lo street food  preferito. Vengono grigliati mais, patate dolci, gnocchi, riso con bambù e uova.

Tuttavia, i turisti possono provare molti altri cibi locali come il riso viola o “thang co” – carne di cavallo proprio al mercato di Sapa.